lunedì 10 gennaio 2011

Bruttissimi ma buonissimi e non fanno ingrassare... forse!


Eh si, son tornata alla base e stavolta mi sa che ci resterò per un bel pò!
Non che mi dispiaccia stare qui a Brux, che tra l'altro ci ha accolto con una temperatura abbastanza mite per la stagione -ben 6°- e con un inaspettato sole -una vera rarità- ma va da se che non può reggere il confronto con il clima della mia bella Napoli!
Piccola parentesi, quante se ne sentono, quante ne raccontano, quanta verità c'è su quello che sta succedendo nella mia città? Quando si smetterà di lucrare e approfittare delle difficoltà degli altri e quando impareremo a rimboccarci le maniche e risolverci i nostri problemi?
Napoli è più di ciò che si racconta e meno di ciò che vogliono farci credere!

Finita la parentesi... e mi sa che mi son capita solo io, ora voglio mostrarvi uno dei piatti più buoni assaggiati durante questa vacanza! Che son buoni ve lo posso assicurare, ma belli no... proprio no! Guardate qui come mi son stati serviti i paccheri alla pescatrice... o.O
Per carità, la sostanza non cambia, davvero ottimi, molto più dei miei... ma devo dire che lo chef è stato alquanto originale! :D

Per realizzarli a casa serve: (x2persone)
1 Rana Pescatrice
150 gr di pasta -preferibilmente Paccheri di Gragnano-
Pomodorini del Piennolo
cipolla
vino bianco
fumetto di pesce
olio, sale e peperoncino

Preparare un fumetto di pesce, utilizzando la testa della pescatrice. Ricavare la polpa e tagliarla a cubotti. far bollire una pentola di acqua e cuocere molto al dente la pasta. Nel frattempo, mettere a soffriggere in padella un pò di cipolla tagliata sottile, il peperoncino e l'olio, poi aggiungere il pesce e i pomodorini tagliati a metà (3-4 per persona) e far rosolare. Quando il sughino è ben ristretto,salare e sfumare con del vino bianco secco, lasciar evaporare e infine aggiungere il fumetto di pesce. Scolare la pasta e ripassarla in padella, lasciando che assorba il sugo per circa un paio di minuti. Servire ben caldo con una spruzzata di prezzemolo tritato.

Per realizzare questo piatto ho utilizzato pentole della linea GREENLINE di Ballarini. La prima linea di strumenti da cucina che rispetta l'ambiente, sia nei materiali utilizzati che in quelli da imballaggio. Una novità e un gesto importante, per cui mi sento di ringraziare ancora una volta questa azienda.

Enjoy ;D

5 commenti:

  1. E' ora di merenda ma come mi mangerei questo piatto di paccheriiiiii!!!
    Sai dove vado tra poco? In palestra. Dieta? sì vabbè...
    Smuack mio tesoro <3

    RispondiElimina
  2. è quasi ora di cena e questi paccheri sono la fine del mondo... bravissima!

    RispondiElimina
  3. bentornata! gustoso questo piatto! io opto per il pesce già spolpato ;-))
    bacio

    RispondiElimina
  4. troppo assurda la presentazione..ma dalla ricetta si vede che sono divini!!!Buonanotte, Flavia

    RispondiElimina
  5. Complimentiiiiii, che buoni questi paccheri!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...