lunedì 13 gennaio 2014

Vellutata d'altri tempi... e marché de Stockel

Rieccoci qui, alle prese con questo nuovo anno dai mille interrogativi e dalle tante sorprese nascoste. Noi siam tornati alla base e ci lasciamo stupire da improvvise splendide giornate, del tutto rare in questo periodo dell'anno, ma comunque freddissime!

Nonostante le temperature, il sabato non mi perdo mai un giretto nel mercato di quartiere. Un affascinante assemblamento di bancarelle con prodotti locali e non . Si perchè di tipico in Belgio c'è tanto, ma ancor più è la loro voglia di lasciarsi influenzare -o anche completamente travolgere- da sapori, profumi e colori di terre vicine (ovviamente, c'è tanta Francia e tanta Olanda) e lontane... lontanissime!

Il mio banco preferito è sicuramente quello del boulanger... baguettes à l'ancienne, cramiques, galettes, croissants e pane di tutti i tipi. Potete biasimarmi? ;)



Verdure, tante e alcune per me sconosciute, bio e coloratissime
Particolare la selezione di olive, formaggi e salumi, di quelle che o ami o odi. D'altronde con i formaggi francesi è così, e io non è che ci vada molto d'accordo. Mi sono avvicinata al banco giusto per fare questa foto, ma in genere giro al largo... con sommo dispiacere del maritino! ;)



Grandi e piccoli affollano la piccola piazza di Stockel, e non c'è maltempo che tenga... basta solo attrezzarsi e coprirsi per benino! Non è tenerissima?


Ultimo, ma comunque tra i miei preferiti... i fiorai!
Piante aromatiche,bulbi, bruyères, fiori per ogni stagione e sistemati per colore.
 Un arcobaleno infinito e profumatissimo!


















E dopo una mattinata passata tra queste meraviglie, porto a casa piccoli tesori che mi ispirano.
Come questa vellutata fantastica, un comfort food perfetto in questo periodo! 



Non so darvi delle quantità precise, queste meraviglie nascono dal caso, dai profumi e dal bisogno del momento. Ciò che posso dirvi è che ho messo in una pentola un pezzetto di cavolo rapa, cipolla, uno scorzanera, del topinambur, un pizzico di zucca e cavolfiore bianco, un pò di brodo vegetale, un profumo di pecorino e un goccio di latte per ammorbidire... manca un tocco di colore? 
Stelline di barbabietola rossa saltate in padella e una spolverata di pepe saranno perfette!
Cuocete le verdure per circa mezz'ora (anche meno, controllate che le verdure siano cotte con una forchetta), col brodo che copre a filo e coperto. Poco prima della fine della cottura aggiungete un pezzetto di pecorino e poi frullate bene il tutto (potete anche aggiungere il pecorino già grattuggiato alla fine). Aggiungete una tazzina di latte e lasciate sobbollire ancora un pò. Nel frattempo, da una fettina di barbabietola rossa tagliata sottile, ricavate delle stelline con un coppapasta e saltatele in padella. Guarnite la vellutata con una cucchiaiata di queste stelline, pepe nero macinato fresco e un ciuffo di prezzemolo riccio.


 Ecco, ora potete gustare un piatto meraviglioso che vi riscalderà l'anima!

PS: Se passate per Bruxelles, non perdetevi uno qualsiasi di questi mercatini. Son davvero affascinanti e lontani anni luce da quelli che si vedeno da noi, almeno nel Sud Italia. 
E se vi piacciono, non perdete l'aperitivo a base di ostriche e champagne... si, proprio al mercatino... ça va sans dire! ;)









4 commenti:

  1. Questa zuppa è davvero invitante.....e che belle foto!!!!!

    RispondiElimina
  2. bellissime,meravigliose foto!!!

    RispondiElimina
  3. Gnam per la zuppa... e nostalgia a manetta per il mercatino! Baguettes à l'ancienne, io vi amo *_*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...