martedì 31 maggio 2011

Quando lui inizia a cucinare per lei e poi non smette piu'

Era un mattina come tante altre, io e Lui ci svegliammo un pò più presto del solito per sbrigare una faccenda che ci stava molto a cuore.

Ok, dico la verità... non avevo dormito per niente e appena spuntò il sole lo svegliai per avere il suo sostegno in un momento cruciale della mia vita. Non che Lui potesse fare molto in quel frangente, intendiamoci... ma dopo, eeeehh dopo!!! Dal letto passiamo sul divano, abbracciati, ma in silenzio, ognuno perso nei propri pensieri, poi...
" Amore, vai tu... io non ho il coraggio!"
Lui fa per alzarsi, ma ci ripensa.

" No, non credo di farcela nemmeno io!"
" E che facciamo? Lo lasciamo lì e andiamo a dormire ancora un pò?"
" Riusciresti a dormire?"
"NO!"
" E allora su, forza... dammi la mano e andiamo a vedere insieme!"

DUE LINEE

Due nettissime, evidentissime linee rosa sul test di gravidanza! Restammo paralizzati, immobili e increduli, neanche una parola, un'esclamazione... niente! Ce le guardammo bene bene quelle due linee, ci accertammo che fossero vere, reali, giuste, e tornammo a letto, abbracciati stretti stretti, troppo emozionati e felici per dire o fare qualsiasi cosa!

Passato lo shock iniziale, le parole vennero e con esse i sogni e i progetti, la gioia più totale e anche le richieste più assurde. La prima fu sicuramente chiedergli: " E ora che mi prepari di buono?" perchè, sarà anche vero che le voglie in gravidanza sono una leggenda metropolitana... ma il chiodo fisso esiste e io spesso lo avevo.

Lui è stato meraviglioso, soprattutto nei primi difficili mesi, quando la cucina non potevo neanche guardarla senza sentirmi male. Si è preso cura di me, anzi di noi, come mai avrei creduto e da allora, cucina
re per Lui è stato così naturale che ancora oggi spesso e volentieri la sera torna a casa e si mette ai fornelli. Per questo non è stato difficile convincerlo a partecipare al Contest di Max "Oggi cucina lui per lei", anzi in realtà ha preparato tutta una serie di piatti, ogni volta li fotografavo ed eravamo indecisi se partecipare con quello oppure attendere con una prossima creazione, ma ora di tempo non c'è più e questo primo piatto è stato spettacolare, almeno a me è piaciuto tantissimo, quindi, ve lo proponiamo.



TAGLIATELLE AL RAGU' DI SPADA

150 gr di tagliatelle
1 filetto di pesce spada freschissimo

passata di pomodoro

2 spicchi di aglio
prezzemolo fresco
1 peperoncino

vino bianco secco

sale e olio

Metter su l'acqua per cuocere le tagliatelle.
In una padella soffriggere aglio, olio e peperoncino, nel frattempo lavare e asciugare il pesce e tagliarlo a dadini non troppo piccoli. Aggiungere il pesce in padella e lasciarlo dorare a fuoco medio per qualche minuto, quando diventa bello colorito, aggiungere un mezzo bicchiere di vino bianco e sfumare. Infine aggiungere della passata di pomodoro e lasciar restringere e insaporire il sugo. Togliere le tagliatelle quando sono ancora molto al dente, e una volta scolate, saltarle per un minuto nella padella col sugo. Impiattare e spolverare generosamente con del prezzemolo tritato. Se piace, aggiungere alla fine qualche scaglietta di pecorino.

Bon appetit les amis! ;)

PS: approfitto per ringraziare Mamma Papera e tutte le giudichesse
del suo contest "In venti minuti o meno"

Mi son classificata seconda e son contenta!! ^__^
Grazie ancora :D

8 commenti:

  1. i mariti, certi mariti, sono una vera manna dal cielo....non e' una sorpresa perche' sai come sono fatti e sai che nel momento del bisogno sono lì a darti forza e sostegno....nonostante questo ti sorprendono per la leggerezza con cui lo fanno... e' successo anche a me ...non potevo alzarmi dal letto ma lui ha gestito quei mesi cosi' difficili, difficili soprattutto per il morale, con una nonchalance davvero encomiabile......all'epoca pero' non fotografavo ancora il cibo .... complimenti al marito queste tagliatelle sembrano buonissime

    RispondiElimina
  2. Davvero bravissimo.Questa volta i complimenti non sono per te ;)
    Un abbraccio e buon poemriggio.

    RispondiElimina
  3. ehi e la mitica pizza???? jlenia

    RispondiElimina
  4. Questo post è bellissimo, quante emozioni....Devi esserne fiera di avere al tuo fianco un uomo così meraviglioso...che ha cucinato un primo piatto incredibilmente goloso! Quel sughetto mi ispira un sacco! ;-)

    RispondiElimina
  5. E'splendida questa ricetta! =)
    Francesca di SingerFood & Chiccherie

    RispondiElimina
  6. Bel post, complimenti per questo ottimo piatto, un ragù molto deciso, profumo di mare nel piatto, sarai rimasta soddisfatta per queste tagliatelle al 100%, si vede che son ben condite...grazie per la vostra partecipazione. Ciao. Max del Blog di Max.

    RispondiElimina
  7. Bellissimo post! Sembra il racconto esatto della mattina in cui anche io ho scoperto di aspettare Giacomo... l'emozione più bella della vita! E che fortuna poterla condividere con che si ama e ci ama, per farci coccolare e viziare un pochino! E poi il tuo lui non è niente male come chef! Complimenti!!

    RispondiElimina
  8. Che bel post Antonella! Mi hai fatta davvero emozionare :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...