lunedì 25 ottobre 2010

Mamma Giulia, come "sopravvivere" all'arrivo di un bebe' : istruzioni per l'uso!

* Scusate, ma Blogger ha problemi e non riesco a rispondere dai commenti, quindi chiarisco alcuni punti da qui. Questa non vuole essere una guida scientifica da seguire, è SOLO il racconto personale di un'esperienza personale, scritta in chiave ironica e in più c'è qualche dritta... tipo il costo irrisorio della locazione di un tiralatte professionale oppure gli impacchi di acqua calda per gli ingorghi... magari qualche futura mamma che legge, queste cose non le sa! Con questo post non si vuole assolutamente dare delle direttive su un argomento tanto delicato, ognuno ha una sua esperienza, un suo pediatra con le sue teorie, un suo modo di affrontare la vita! Ripeto, l'intento è solo quello di strappare un sorriso... con me ha funzionato! Per chi necessita di informazioni "scientifiche" o ha dubbi sull'argomento, uno dei siti da consultare è questo o anche questo ;)
Per i vari commenti anonimi, anzi... uno solo al momento, siete pregati di identificarvi, qui si può parlare con calma e tranquillità di tutto, confrontarsi, CAPIRSI e discutere... siamo sempre in democrazia, no?

Vi è mai capitato di incontrare una di quelle mamme che... sanno sempre tutto loro!?!
O meglio, che sanno sempre cosa fare e come faro al meglio, ancor prima che il bambino sappia lui stesso di cosa ha bisogno?? Di quelle che " va sempre tutto bene e la vita è meeeeevavigliosa da quando è arrivato Envico!" poi però ti terrorizzano coi racconti del parto e delle notti in bianco, anche se sei all'ottavo mese di gravidanza e te la stai già facendo addosso!?! Qualche volta ho provato comunque a farmele stare simpatiche queste mamme, ad approfondire il discorso, ma quando mi sentivo dire: " Aaaah guavda, il mio Envico dovme 14 ove di fila la notte, ma SOLO grazie al massaggio ayuvvedico che gli pvatico ogni seva! Pevò funziona solo gvazie al mio olio essenziale alla lavanda e ylang ylang! Lo faccio in casa da anni così son sicura di cosa gli do!" o.O
No, non ce la potevo fare!! Manco so che è 'sto ylang ylang?!!!

Poi, un giorno, per caso ho incontrato lei...
Giulia è giovane, simpatica, allegra e incinta! Parlando del più e del meno, cosa scopro?? Che invece di dividersi tra le nausee e i tomi sulla maternità, preferisce giocare a nintendo! Che scorazza più che può per l'Italia, dividendosi principalmente tra Milano (lavoro) e Napoli (casa) e che, all'ottavo mese, decide di farsi le sue belle 7-8 ore di viaggio in macchina per andare al mare, risultato? Partono in due e ritornano in tre! E tutto questo raccontato sempre con ironia, intelligenza e allegria! Ora che il suo bimbo ha tre mesi e che lei sta imparando sul campo tutti i trucchi del mestiere, ha deciso di raccontarceli, col suo inconfondibile tocco!
Vi presento...
Mamma Giulia, come "sopravvivere" all'arrivo di un bébé :
istruzioni per l'uso!


Cosa ho imparato nei miei primi 3 mesi da mamma… alias gli argomenti più spinosi e più spassosi legati alla maternità!

CAPITOLO 1: ALLATTAMENTO


Ho imparato che a confronto la gravidanza è una passeggiata e il parto una barzelletta… Ragadi, ingorghi, troppo latte, poco latte, macchie sui vestiti, pavimento a pois, paracapezzoli, tiralatte, ecc… sono solo alcuni dei motivi per i quali ogni giorno prendo un calendario e chiamo all’appello tutti i santi (invano perché anche loro sanno che sono atea e mi voltano le spalle… ma che santi sono??)


A) MAI comprare le creme anti-ragadi: fanno solo peggiorare la situazione! Io trovo miracoloso l’OLIO VEA che in qualsiasi situazione mi salva sempre (punture, rossori, pruriti, bruciori, ecc…) e infatti guarisce in poche ore anche tutti i tagli sul seno!
Io l'ho scoperto dopo 28 giorni di ragadi e pianti, a 29° ero guarita! Che pacco!

B) Per gli ingorghi bagno con acqua bollente degli straccetti di cotone che avvolgo attorno al seno, massaggiando e lasciando sciogliere il latte!
C) Se il latte è troppo (belli tiemp e 'na vota, si dice a Napoli) uso le coppette assorbilatte ma non per troppo tempo altrimenti si formano i batteri e si secca tutto e di nuovo si ricomincia con il punto A)!!!

D) Se il latte è poco, come ad esempio di sera, faccio le aggiuntine con il latte artificiale, la qual cosa all’inizio mi faceva sentire tremendamente in colpa come se gli stessi dando del veleno (in realtà con tutta la cioccolata che mangio il veleno lo produco io!!!) Poi mi ha salvato da notti insonni! Se il latte è poco perché si è nei primi giorni di vita del bambino, i tiralatte ogni due ore e il bambino stesso sono ottimi stimolanti per la produzione (vedere punto sui tiralatte!). La quantità di acqua e polvere la stabilisce il pediatra ma, come dicono le più banali e ossessive voci di popolo, una mamma sa sempre cosa fare per il suo bambino!!!

E) Pavimenti e vestiti a pois… se potete, prendetevi una governante perché il tempo per lavare e stirare non c’è!!

F) Passiamo ad uno strumento sconosciuto ai più, detto paracapezzolo: se come me non avete i cosiddetti “chiodini” che tanto piacciono ai maschietti (ho già le tette enormi, non si può avere tutto dalla vita!) e se il bambino è pigro e preferisce la supertettarella dei biberon, in vostro aiuto arrivano i paracapezzoli (in vari materiali, gomma, lattice, argento,..) Questi aggeggini santi, aderiscono all’areola e fanno sì che il bimbo si attacchi meglio. Controindicazioni: prendono un pochino d’aria all’inizio quindi singhiozzi e colichette aumentano un po’. Pro: consentono di capire se sta uscendo il latte perché si sporcano di bianco e si riempiono mentre il bimbo succhia!

G) Di tiralatte ne esistono infiniti, quelli da farmacia e quelli professionali che si trovano negli ospedali. I primi costano poco e tirano pochissimo e fanno male tantissimo. I secondi si posso affittare e sono ottimi, io uso Medela Sinphony, in 5 minuti tira 100 ml senza dolore!!! C’è la opzione stimolante e quella “tirante” e costa circa 2 euro al giorno!

H) Se mamma e suocera ti dicono che non hai latte abbastanza o tentano di farti credere che non sia buono e che il bimbo non cresce bene (nonostante sia un maialino rosa e grasso) e che devi fare la doppia pesata e varie diavolerie del genere, ricorda che: la doppia pesata non è scientificamente corretta causa errori di misura superiori alle differenze di peso stesso, il bimbo si pesa massimo una volta alla settimana (deve crescere 200 gr alla settimana) , il latte della mamma è già digerito e pronto, è leggero, ricco e si produce in base alla richiesta! Nella prossima puntata: TUTTI GLI STRUMENTI DEL MESTIERE!!!

Insomma, non so voi, ma se l'avessi incontrata durante la mia gravidanza, credo proprio che mi sarei fatta qualche paranoia in meno!

Enjoy e buon lunedì a tutte! :)

11 commenti:

  1. Perdonami, ma i punti D ed F li trovo fuorvianti e dettati da poca informazione: aggiunta e paracapezzolo possono compromettere alla lunga l'allattamento al seno; il seno produce in base alla richiesta del bambino, quindi bisogna lasciare che si calibri senza "interferenze" quali l'aggiunta; se il bimbo bagna pannolini e si scarica regolarmente, non c'è motivo di ritenere insufficiente il latte materno ed è comunque preferibile integrare con il proprio latte tirato (le notti di risvegli, data la fisiologia del sonno dei bambini, non si possono evitare)... il paracapezzolo può aiutare ma rischia di interferire sulla produzione e anche di abituare il bimbo ad una suzione errata, primo motivo di insorgenza delle ragadi... Quando l'allattamento crea dubbi e problemi, meglio affidarsi a consulenti formate.

    RispondiElimina
  2. dare l'aggiunta è il metodi migliore per far fallire un allattamento. Il latte alla sera è meno perchè la mamma è stanca, ma basta riposarsi un po' e la prolattina si alza ed il latte torna! I soldi del latte artificiale meglio investirli in un aiuto domestico! Inoltre è pericolossissimo "pasticciare" con dosi di polvere ed acqua! Altro che "la mamma lo sa" ...... ci sono casi di obesità infantile che hanno origine proprio da questo!
    E per quanta cioccolata tu mangi il TUO latte è infinatamente meglio per il tuo bambino! Non lo dico io ma gli esperti del settore. Magari una lettura di "Un dono per tutta la vita" di Carlòs Gonzales aiuterebbe ;-))

    RispondiElimina
  3. Ancora una cosa: "deve crescere 200 gr alla settimana"... non è vero; ogni bimbo ha i suoi ritmi: in una settimana può anche non aumentare e non per questo l'allattamento va messo in discussione! Si parla di valori medi, sempre da valutare sul lungo periodo insieme ad altre variabili, in primis i pannolini :-)

    RispondiElimina
  4. Ecco, ora riesco a commentare:
    Kriz: "dare l'aggiunta è il metodo migliore per far fallire un allattamento" beh, quando a consigliartelo è il pediatra perchè tua figlia la notte urla e piange dalla fame, non vedo che male può fare." Inoltre è pericolossissimo "pasticciare" con dosi di polvere ed acqua! Altro che la mamma lo sa" certo non si intendeva sulle dosi... ma un pò di istinto materno, in generale, è permesso? Magari Giulia intendeva dare due aggiunte in un giorno invece che una, come prescritto dal pediatra... io l'ho fatto se ero stanca e non avevo latte! E stiamo tutti bene!
    piccolalory: "deve crescere 200 gr la settimana" anche quello era ironico, mia figlia cresceva 80 gr la settimana, stava benissimo, ma quante paranoie mi son venute, visto che tutti dicono di queste frasi perentorie!?! Cmq, visto che l'ironia e la leggerezza del post non sono state colte, ho precisato ne post... vediamo un pò se ora è tutto più chiaro :)

    RispondiElimina
  5. mi piace come affronta con ironia la situazione..indipendentemente dai riferimenti alle proprie esperienze e quindi a cosa si è trovata meglio a fare o non fare...persone così ti mettono il buonumore e basta con tutte queste mamme che sanno tutto e non si mettono mai in discussione,.,,,per fortuna noi mamme nei blog non rientriamo sicuramente in questi casi. ciao

    RispondiElimina
  6. Vorrei solo precisare che non ho voluto fare uno studio pediatrico on line!! :-D non si possono raccontare esperienze senza che le altre mamme ti prendano alla lettera? la chiave di tutto sta nel racconto di vita, non nel dare ricette universali (ci mancherebbe altro che mi permettessi!)
    2) da quando sono mamma apprezzo moltissimo i consigli o i racconti altrui e metto spesso in pratica con umiltà se la cosa mi pare ragionevole e adatta al mio bambino! Mentre se mi sembrano cavolate mi faccio forza col mio modo di agire!
    3) sui paracapezzoli: mi hanno salvato dalle ragadi e il piccolo adesso ciuccia benissimo sia con che senza! Purtroppo ho dovuto usarli perché, essendo nato prematuro, tutto il primo mese di vita in terapia intensiva non potevo attaccarlo e senza quegli oggettini avrei perso per sempre la possibilità di farlo!
    4)se la sera il piccolo urla perché le mie tette sono palloncini sgonfi e mosci devo farlo morire di fame? altro che riposo e prolattina! belle teorie, io sono uno straccio da lavandino!!! Cmq piacere, io sono quella che ha scritto, ciao a tutte/i!!

    RispondiElimina
  7. Preciso: non ho detto di non condividere nulla! Ma a me non sembra che ci sia ironia in una affermazione del tipo: "il bimbo si pesa massimo una volta alla settimana (deve crescere 200 gr alla settimana)"... qui si parla di "istruzioni" che, a mio avviso, non supportate in alcuni casi da informazione adeguata, possono risultare fuorvianti. Ancora una cosa: purtroppo molti pediatri non sono adeguatamente formati sull'allattamento... se il bimbo di notte piange possono essere coliche o bisogno di contatto, non necessariamente fame... ribadisco: se perde peso e non bagna abbastanza pannolini, allora c'è da preoccuparsi!

    RispondiElimina
  8. Cava cvesto povst ha suscitato in me tanta allegvia!
    Un bacione

    p.s mi piacciono i bambini...quelli degli altri ^_*
    Baci

    RispondiElimina
  9. Piccolalory: hai fatto benissimo a intervenire lì dove credevi fosse giusto, così come credo sia sacrosanto rispondere alle tue perplessità, come ha fatto Giulia e come ho fatto io. Ripeto, che non erano istruzioni, poi se si vuol leggerle così, liberissima :) quella del peso è un' esperienza che io e Giulia abbiamo in comune... farsi una malattia del fatto che tu figlio sia sotto la norma e controlarlo continuamente genera stress, fidati! E questo non fa bene nè a lui nè alla mamma, quindi si opta per una solo pesata a settimana... sempre di esperienze personali stiamo parlando! E anche del bambino affamato di notte, credici... le abbiamo pensate tutte, alla fine era davvero fame!

    Twins e Pagnottella: Gvazie caveee, avete colto il punto! :)

    RispondiElimina
  10. "farsi una malattia del fatto che tu figlio sia sotto la norma e controlarlo continuamente genera stress, fidati!"
    D'accordissimissimo :-)!

    RispondiElimina
  11. ho trovato molto interessante questo post...volevo lasciare la mia esperienza perchè questo è un argomento davvero importante..ho avuto 3 bimbi tutti e tre purtroppo col taglio cesareo...diciamo che dovendo stare sdraiata per "forza il primo giorno..e i successivi non potendomi mettere in una posizione più "giusta" per allattare...e poi anche forse perchè ho il seno delicato..non so..comunque..ho avuto le ragadi per tutti e tre i bimbi e per molto anche..ingorghi pure...e allattavo piangendo...ho avuto la fortuna di fare anni fa...un corso pre parto con un'ostetrica davvero speciale.molto preparata.e non mi sono sentita in difficoltà perchè non sapevo cosa fare...
    io avevo solo un gran male e aspettavo che mi guarissero le ferite perchè "dopo un po' passano"..:)...seguendo i consigli:fare uscire un po' di colostro dal seno...massaggiare e lasciarlo al vento...:)per la crescita mi sono affidata sempre alla pediatra..che credo fosse dalla mia parte per allattare il più possibile...mi consigliava cosa mangiare...mi diceva di bere moltissimo...di non pensare a tornare in forma...di riposarmi..di trovare aiuti se potevo...:)nonni e giudilì!!:)
    alla fine le ragadi son passate e al 4 mese circa ho iniziato a stare un po' meglio e a vivere bene l'allattamento...per il secondo bimbo però..alla fine del 5 ho dovuto dare aggiunta di latte artificiale..dopo due mesi non avevo più latte...per la terza..la mia camilla...peggio che peggio...al 4 mese mi son fatta una cura di pastiglie(data dalla pediatra) che come controindicazione avevano l'aumento di prolattina...e 3 litri di acqua al giorno,come ultima speranza per fare più latte...bimba pigra..mamma stressata stanca...niente da fare...dopo un mese di non crescita e sempre pianti...aggiunta..e solita storia...ma io credo di sapere il perchè non avevo latte...camilla è nata in giugno...scuole chiuse..bimbi a casa di6 e 8 anni...nessun aiuto o quasi...notti in bianco...primo mese e mezzo il taglio mi faceva male...un punto non tolto bene..facevo fatica a muovermi...ero esaurita di brutto!!
    mi sono dilungata anche troppo...
    e stiamo tutti bene non è una frase da dire...perchè si sa che di latte artificiale non si muore..ma se Tutti ti dicono che il materno è da preferire...ci sarà un motivo no?:)
    ultima cosa:
    i paracapezzoli d'argento che si usano Per allattare non credo esistano...(credo).
    Esistono invece dei paracapezzoli in argento che io ho usato e ho trovato miracolosi..ma davvero! che mi sono arrvati da san marino in tre giorni e che consiglio a tutti più di qualsiasi altra cosa:
    sono igienici..si lavano..te li tieni sempre..quando allatti te li togli e poi li rimetti..mantangono la giusta umidità al capezzolo..e cicatrizzano...(peccato averli scoperti solo al terzo figlio!)
    le ragadi in poco spariscono ma bisogn a tenerli sempre...:)
    e riguardo al seno"palloncini sgonfi,a me hanno sempre insegnato che il seno pieno gonfio di latte contiene il latte meno buono...quello di riempimento..perchè i seni sono anche contenitori...quando il bimbo succhia e toglie il primo latte e i seni sono sgonfi..non bisogna staccarlo per metterlo nell'altro seno,perchè è Proprio In quel Momento che inizia la produzione del latte più buono.."Della crema"...consigliabile...un seno a poppata...io mi mettevo una spilla nel reggiseno pr ricordarmi quale avevo usato nella precedente...:)
    Questa è la mia esperienza...
    ...buona serata a tutte!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...