giovedì 13 maggio 2010

Le gioie dell'allattamento

In gravidanza: Non so se è capitato anche a voi, ma appena il famoso e tanto atteso panzone ha iniziato a farsi vedere, oltre ai simpaticissimi commenti per la serie "Ma non sembri per niente incinta cara, solo ingrassata!" , sono iniziati anche i famosi consigli su parto e allattamento. Oggi è su questi ultimi che vorrei concentrarmi. Eccone una serie, tra i memorabili:

Ostetrica -> "Allattate allattate allattate! Non potete immaginare il piacere di condividere questi momenti speciali con i vostri bambini, oltre a proteggerli da allergie ecc ecc instaurerete un legame talmente intimo con i vostri pargoli che vi farà prendere coscienza della grandezza di essere madri"
Io: Mah, e chi non allatta per vari motivi che fa? Non instaura il legame intimo col proprio figlio??
A me, me pare na strunzat! Scusate il francesismo ;) Comunque io ho voglia di dare un senso alla mia quinta di reggiseno e di non dare un altro p
eso al nostro conto in banca, quindi opto per l'allattamento materno, convinta della mia scelta e ansiosa di provare queste gioie, intanto continuo ad informarmi...

Cugina -> "Io ho allattato mia figlia fino a 3 mesi, poi ho visto le mie tette diventare strane e ho pensato... meglio passare al biberon, costa meno di una mastoplastica!"
Io: Uazz, non ci avevo pensato! Bastano solo tre mesi per mettere KO il seno?? Ma chissà, non ci voglio pensare, può darsi che con quello che ho passato in gravidanza, almeno in questo sarò più fortunata! Per il momento sono determinata... voglio allattare!

PS: Per dovere di cronoca... non sono stata per niente fortunata e la situazione è ormai talmente tanto compromessa che tanto vale continuare! Vogliamo parlare di cosa diventa il seno con l'allattamento? Ne vogliamo parlare?? Ecco, brave... non ne parliamo!


Zia-Cugina-Sorella (parentela complicata ;) ->"Antonè, devi allattà! Non puoi immaginare... è una cosa talmente bella, e poi talmente comoda... e poi io non sono mai stata tanto magra! Dimagrivo a vista d'occhio anche se mangiavo come non so cosa! E' un'esperienza unica, la devi fà, non ascoltare nessuno... allatta!"



Io: Si, giusto! Si, devo allattà! Sono sempre più convinta... io voglio allattare!!

Zia -> "Io ho allattato volentieri tutti e due i tuoi cugini, ma non ti dico che guaio! Mi aumentarono talmente tanto le tette che dovevo poggiare il bimbo sulle ginocchia! Mai avuto il piacere di allattarli tenendoli fra le braccia! Ma io partivo da una quinta abbondante..."
Io: Oh cacchio!! Andràbene, andràbene, andràbene....


I MESE
Limorté


Nonostante la mia quinta abbondante, la montata lattea si è fatta attendere 5 giorni, nel frattempo la scricci non era affamata... di più!
Al terzo giorno di vita, lei, disperata, urlante, "deperita", finalmente ha preso la sua prima aggiunta... l'ha bevuta d'un fiato dal bicchierino!
Io avevo dolori allucinanti per le ragadi, niente latte e un gran mal di testa dovuto alle urla della piccola, alla mancanza di sonno e alla lacrimuccia costante che usciva ogni volta che provavo ad attaccarla.
Ricordando i consigli di cui sopra, il primo pensiero sincero è stato ALIMORTE'!!!
Ma era affettuoso... giuro!

II MESE
Se pò fà


Piano piano (troppo piano) le ragadi sono andate via!
Il latte è aumentato e la scricci ha imparato a ciucciare, quindi ho deciso che tutto sommato posso anche continuare questa esperienza estasiante e unica! Piccolo problema, mi sembra di non fare altro che allattare! Sempre tette al vento e crema anti ragadi in mano e questo perché... tadàààà.. ho la tetta anestetica!! Appena lei si attacca le entrano in circolo strane sostanze contenute nel mio latte che la trasformano istantaneamente in un salamino imbalsamato; e si spegne fintantochè resto immobile... appena mi muovo per metterla giù si rianima e cerca di avventarsi sul capezzolo ancora un po' dolorante!
Calmala, falla attaccare piano, perde il capezzolo, faglielo riprendere, sta storta, riaggiustala, non ci riesce, cambia posizione, lo riperde, no si attacca, finalmente ciuccia... due minuti due... si è riaddormentata! OHMIODDDIO!

III MESE
C'è qualcosa che non va


Finalmente inizio a capire cosa si intende per gioie dell'allattamento. Serena finalmente mangia di gusto, anche se ancora si addormenta spesso prima di finire la poppata (ma se c'hai la tetta anestetica, c'è poco da fà!). Ne fa ancora un numero stratosferico al giorno, 7... 8...9..., ma è un piacere vederla ciucciare ad occhi chiusi, con le due manine sul seno oppure con una che mi abbraccia e l'altra che si aggrappa al mio dito. Abbiamo trovato il nostro ritmo, il nostro piacere di stare insieme in queste piccole, continue pause giornaliere. Spesso ci osserviamo guardandoci dritto negli occhi, sorridendoci, coccolandoci. Adoro allattare, non potevo fare scelta migliore!
C'è qualcosa che non mi quadra però! Chi è che diceva che si dimagrisce???
Io prendo chili e perdo capelli, manco a dirlo.. lo scambio non è equo e la bilancia non fa altro che rinfacciarmelo!! Quasi quasi la rompo, maledetta! Poi però un dubbio mi viene... tutto sommato non è colpa sua.... ma di queste delizie che mi ostino a preparare!

TORTA QUADRUPLO CIOCCOLATO DI NIGELLA



IV MESE

Era ora...

Per me che dormivo sempre e comunque per un numero spropositato di ore ( e chi mi conosce lo sa e mi sfotte ancora), allattare di notte inizialmente è stato un trauma, ecco perché già dal giorno 2 Serena ha dormito nel lettone con me!
Lo so, ho letto le 1000 teorie e i 1000 motivi per cui questa cosa è sconsigliata ma le mie ragioni erano più forti:
1) sentivo il bisogno di averla vicino per sentirmi più sicura e poterla controllare continuamente.
2) alzarmi "n" volte a notte per farla mangiare... nun ci'a faccio! W la sincerità!
Inizialmente è stato comodo... soprattutto dormire in bilico su un fianco a mo' di sardina tra "maritoronfante" e "scriccicercacalore in versione cozzaattaccataallatettascoglio", complicato... lo so! Poi ho capito che era meglio passare alla culla e dopo tante lotte siamo riusciti a raggiungere ottimi risultati, lei si sveglia solo una volta per poppare giusto 10 minuti, e io la mattina mi sveglio con le tette a gradino!


Ma vuoi mettere tutto questo con la gioia che ti dà vederla sorridere soddisfatta, con le guanciotte paffute e il pancino bello gonfio e poter pensare... questo, tutto questo... è anche opera mia!

15 commenti:

  1. Sei stata davvero bravissima, ci vuole veramente tanta costanza per portare avanti l'allattamento. E mi hai anche fatto tanto ridere :-)

    RispondiElimina
  2. nelly ma.... com'è che siamo proprio nella stessa barca???? :-D

    mi è piaciuto troppo questo post...sarà perché mi ci riconosco quasi completamente??? :-)))))))

    RispondiElimina
  3. ...anche per me all'inizio è stato un dramma. Poi ho allattato 11 mesi con gioia. Dicono che sia più difficile smettere di allattare che iniziare. Per me smettere è stato molto complicato.
    Poi all'inizio l'ho vissuta come te, un problema dopo l'altro. Quando pensavo di essere arrivata all'equilibrio mastite, poi ragadi, poi coliche e poi riflussi. Direi che ho cominciato ad amare l'allattamento dai 5 mesi in poi. Meno frequenza di pasti e la bambina meno schizoide in generale.
    Poi tutto va in discesa (dal punto di vista generale della maternitá) soprattutto dall'anno in su.
    Ho sempre pensato che la maternità fosse una gara a gradi di difficoltá, con l'unica controindicazione che il punto massimo di difficoltà si presenta durante i primi mesi. Che ovviamente coincidono con la nostra inesperienza...
    ma coraggio, quelle guanciotte non hanno prezzo!!
    da fare al forno per cena!!

    RispondiElimina
  4. I@N: detto da te fa particolarmente piacere! ;D

    pollon: Tutto merito dei nostri piccoli, ci fanno fare cose impensabili! Son contenta che ti sia piaciuto il post :)

    dharani: ahahah solidarietà compagna! :D

    Maggie: Beh, ti prendo in parola! aspetterò la discesa, perchè al momento sto ancora arrancando sulla salita... ma infondo son passati solo 4 mesi e hai ragione anche sul fatto che quelle guanciotte non hanno prezzo! ;) La maternità è una delle esperienze più contraddittorie, straordinarie, stancanti e difficili al mondo, ma da fare e rifare e rifare ancora! Vabbè... non esageriamo!! ;)

    Un abbraccio a tutti!

    RispondiElimina
  5. A parte che il tuo blog è diventato bellissimo, a parte che c'hai una bimba che è meravigliosa, a parte che finalmente ho letto un bel post e verissimo sull'allattamento...di solito su internet si leggono solo brodini di giuggiole sull'argomento mentre le tue parole le ho sentite molto vere e mi hanno emozionato. Io ho deciso di smettere con l'allattamento a 3 mesi e mezzo è stata una scelta di entrambi, io non l'ho imposta a lui anzi mi sarebbe piaciuto continuare ma ho proprio visto che continuare voleva dire imporglielo, sarà perchè lo riempio di coccole sarà che lui si addormenta con le mie carezze, sarà che l'allattamento non è stato mai tragico se non per i risvegli notturni me lo sono goduto anche se breve, però confesso che l'ho visto sempre soddisfatto prima con la tetta e ora con il bibe, non ho visto differenze in questo senso, quando si è staccato sono io che ho sofferto più di lui invece...e questo mi ha fatto riflettere molto...

    RispondiElimina
  6. Nelly che ridere e che verità!!!

    Io ci sto ancora lottando, dalla mia seconda non sgorga chissà che, ma con alti e bassi il polpettino si arrotonda ed il legame è sempre più più... ma questo non solo grazie all'allattamento... hai ragione Manu l'importante è che siano soddisfatti :-)... cmq. la mia seconda si ridurrà a due calzini vuoti ahahahahahahahah aléééééééé

    RispondiElimina
  7. Ciao a tutte!! Volevo ribadire il concetto del IV mese... al mio corso pre parto la dolcissima ostetrica ci dice sempre: "Avete mai visto un adulto dormire con i propri genitori? io no, quindi lasciate che almeno nel primo anno di vita non esista la parola 'vizio' e che facciano ciò che vogliono: ciuccino senza orari (il seno non richiede le tre ore come il latte artificiale!) che dormano con voi nel lettone per sentirsi contenuti come nel pancione, farà bene a tutti e tre!!" EVVIVA!!! ABBIAMO IL PERMESSO UFFICIALE!!! :-)

    RispondiElimina
  8. ahahaha Giulia, hai fatto prima di me!!
    La scricci non ha ancora orari e stava ciucciando! Grazie per aver commentato direttamente sul blog, anche se sono ancora poche le persone che lo seguono ufficialmente, so con certezza che son tanti a leggerlo e scambiarci anche piccole notizie è sempre utile! Un abbraccio a te, Civi e al pancino! ^^

    RispondiElimina
  9. Antonella le tue parole sono belle e vere.
    Io sono una che ha creduto fermamente nell'allattamento contro tutti e tutto.Ho allattato le gemelle senza aggiunta fino al quarto mese ( e puoi immagginare...16 poppata tra notte e giorno) ero felicissima.
    Il pituffo è arrivato fino ad un anno ( due tette due tutte per se!)
    Sono certa di ever fatto loro un gran bene non solo per il rapporto madre figlia e le altre fesserie del genere, ma sopratuttoperchè le ho inondate di anticorpi che (fatti i dovuti scongiuri)me le hanno mantenuto in forma ed immuni .

    RispondiElimina
  10. Manu: lo sai come la penso, LM o LA è comunque un piacere unico stringere il tuo fagottino tra le braccia e guardarlo mentre si nutre. Sono scelte talmente personali e intime, solo tue e del tuo bambino, che nessuno dovrebbe poterti dire cosa è meglio fare e cosa no!Bacino a te e alle tue due meraviglie e anche il tuo blog è stupendissimo!

    Fra: il tuo polpettino è trrrooppoooo cucciolotto!! E poi di una cosa sono certa, i calzini vuoti di noi mamme saranno i calzini vuoti più belli e sexy del mondo! ahahahah crediamoci!!! Bisou!!!

    Elena: Chapeau! Non riesco a immaginare cosa significhi allattare due gemelle, con una mi sto esaurendo... con due potrei anche implodere!! E' sempre giusto seguire le proprie sensazioni con i propri figli e se si sbaglia, con i successivi sarà più facile! ;)
    Un abbraccio forte a tutti voi!!

    RispondiElimina
  11. grazie per la visita al mio blog!
    bellissimo questo post sullallattamento, condivido molto ciò che dici!
    ti ringrazio per quello che mi hai scritto..
    tornerò presto qui!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  12. ciao cara
    leggerti è sempre un piacere.
    la tua piccola è meravigliosa complimenti
    baci
    Antonella

    RispondiElimina
  13. Sei troppo forte Antò!
    Poi ti dirò a me se andrà meglio o peggio! :)
    manca pocoooo!!!
    bacini
    Claudia

    RispondiElimina
  14. Nellina cara!! che argomento anche stavolta!!L'allattamento è proprio tutto quello che hai raccontato! con i suoi piccoli drammi e la sua immensa gioia! Il mio piccolo secondo cuoricino ha aspettato ben 42 giorni ( i 42 della terapia intensiva) per sentire il calore della sua mamma... E nel momento in cui l'ho stretto a me e l'ho allattato ci siamo sentiti uniti di nuovo, come se non fosse passato un istante!Avrà tanti svantaggi, ma se si può farlo, è una gioia di cui non ci si dovrebbe privare...provare per credere! ciao tesoro!! prima o poi ti dovrò parlare del progetto che ho in mente! un abbraccio, enza( vicky osbourne!)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...