venerdì 19 agosto 2011

Panini dolci amarene e cioccolato bianco


Ho sempre avuto un sogno -uno tra tanti- che casa mia odorasse sempre di buono!
Immaginavo di svegliarmi al mattino con l'odore del caffè, a pranzo il rumore di stoviglie e l'odore invitante di piatti semplici e saporiti, il profumo del pane fresco o di una bella torta da preparare insieme ai bambini; risate, scherzi, sbuffi di farina e.... un mulino bianco!!

Si lo so, quelle pubblicità deviavano noi bambine ingenue; perchè ragazze, diciamocelo, la verità è tutt'altra cosa!

La mattina, se non sono io ad alzarmi, il caffè lo si vede solo in cartolina, a pranzo l'unica ad avere qualcosa di decente è scricci, che però mangia senza sale e tutto bollito; l'unico profumo che si sente è quello di minestrone (si, anche ad agosto, ma tanto qui l'estate ha fatto una comparsata veloce!) o al massimo di insalatona e quando mi azzardo a preparare un dolce inizia il calvario.

"Scricci stai ferma - amore non si tocca- bimba non buttare tutto a terra - ma devi proprio metterti a sfogliare le cipolle??" e poi lei, che ha solo 19 mesi ma parla parla parla parlaaaaa!!!
"Mamma, in bascio (in braccio) - mamma, (u)scire, pacco pacco pacco, dindolo (altalena), scibolo, piobe, bimbi, mamma mamma mamma"

AIUTOoOOoOOoooOOO!!

Se mai dovessi conoscere l'ideatore delle pubblicità della famosa ditta di merendine, voglio assolutamente che mi dica cosa aveva ingurgitato prima di ideare quelle pubblicità, doveva essere qualcosa di allucinogeno!

Comunque, visto che sono una tosta -eh si, facciamo finta di crederci!- non demordo e qualcosina son riuscita a preparare, la mia merenda preferita di quando ero bimba e immaginavo e sognavo. Almeno una parte di quei sogni è ormai realtà e questa ricetta, una delle mie preferite da sempre, mi fa apprezzare anche questo caos, perchè poi acciambellarsi in tre sul divano, assaggiando il risultato di qualche oretta di lavoro e sentirti dire dai tuoi amori: "Gnammmm, ca buono!" son davvero soddisfazioni! ^____^
PS: si, parliamo lo scriccese ormai... siamo strani, lo so! :D

PANINI DOLCI CON AMARENE, CIOCCO BIANCO E CARDAMOMO

300 gr farina manitoba
150 gr di farina 00
1 uovo grande
100 gr burro
100 gr zucchero di canna
120 ml di latte intero
2 cucchiai di panna
15 gr di lievito di birra fresco
Amarene
100 gr cioccolato bianchi in scaglie
1 bacca di cardamomo

Sciogliere il lievito nel latte tiepido. Versare a fontana o in una ciotola la farina, lo zucchero e il sale,lavorare insieme all'uovo, burro morbido, panna e infine aggiungere il latte con il lievito. Impastare il tutto fino a ottenere un’impasto liscio ed elastico. A questo punto, aggiungere il cardamomo ridotto in polvere, le scaglie di cioccolato bianco e le amarene sgocciolate grossolanamente e tagliate a metà ( io ho sbagliato, facendole a pezzettini più picoli, ma vi consiglio di lasciarle belle grandi, si assaporano meglio). Se l'impasto dovese risultare troppo colloso, aggiungere al massimo 2 cucchiai di farina, ma non di più. Impastare e sistemare il tutto in una ciotola, coprire e lasciarlo lievitare 6/7 ore, dopo reimpastare velocemente e poi formare delle palline notroppo grandi su una taglia coperta di carta forno, debitamente distanziate.
Lasciar lievitare ancora un'oretta ( o anche prima se crescono in fretta) e poi infornare per un 30 minuti a 180°, dopo averli spennellati con del latte.


La ricetta di base l'ho presa sempre da lei, Sigrid, ma come sempre, me la sono cucita addosso!
Una bontà, provare per credere! ;)

Ho usato le farine Molino Chiavazza, le mitiche Amarene Fabbri e Bronsugar Brasil, distribuito da D&C.

Con questa ricetta partecipo al contest di Alessandra/Mamma Papera's Blog

9 commenti:

  1. deliziosi per una prima colazione!

    RispondiElimina
  2. ciao antonella mi hai fatto molto sorridere perche' anche nella mia cucina succede lo stesso con la differenza che i miei cuccioli hanno 9 e 3 anni ... il primo vuole partecipare e mettere le mani in pasta ( ma non sempre e' possibile per la mancanza di tempo) l'altro ruba!!..gli strumenti gli ingredienti oppure se li mangia...na' tragediaaa!!!! cmq e' vero e' una soddisfazione quando alla fine si mangia tutti insieme quello che si e' "faticosamente" preparato....complimenti per i biscotti e per la presentazione sempre elegante

    RispondiElimina
  3. Devono essere troppo buoni!!

    RispondiElimina
  4. Carissima Antonella, è da tantissimo che non passo dalla tua cucina..ma anche nella mia sono stata latitante per via di ben 2 traslochi proprio consecutivi..Adesso infatti pian puano cerco di riprendere l'attività del mio e dei vostri blog..
    Come sempre è molto piacevole leggere un tuo post in cui praticamente sempre citi Scricci..inoltre mi complimento per il sito che hai creato è davvero super CHIC, mi piace moltissimo!
    A presto, buona domenica!

    RispondiElimina
  5. Deliziosi!!! Mi sono divertita nel leggerti e nell'immedesimarmi...a correre per casa dietro a Simone che puntualmente mi ruba qualche attrezzo :-)

    RispondiElimina
  6. Probabilmente la tua cucina e la tua casa non avranno il profumo che da ragazzina avresti immaginato o voluto tu, effluvi zuccherosi, caramellosi, intensi, "romanzeschi", ma certamente ne ha uno speciale ed inaspettato....vuoi mettere il "profumo di bimba"....ne conosci uno migliore?!
    Io no!!!!

    Un saluto affettuoso, la prossima volta te lo lascerò in scriccese...ok?!!

    Fabi

    RispondiElimina
  7. 200 mila volte meglio una famiglia colorata in continuo movimento e che si alimenta di genuinità ;)
    Bella l'Antonellina mia :)

    RispondiElimina
  8. Davvero golosi per la prima colazione e per tutto il resto della giornata.
    Un abbraccio a te e un bacione alla piccola principessa.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...